Carlos Argaez

Insegno Yoga per passione e per dare un contributo concreto alla nostra società.

Pratico Yoga dal 2003, medito in Vipassana dal 2010, queste due componenti sono le colonne portanti della mia pratica e della Scuola YOGA marche di Montelupone (MC), di cui sono Responsabile.

I miei primi “passi” li ho fatti nel centro Ananda Assisi, partecipando a ritiri e pratiche. Poi dal 2006 dopo una fortissima crisi personale, ho conosciuto e partecipato attivamente in un gruppo di pratica, lettura e yoga “Sangha Bodicittha”nel quale si praticava yoga e pratiche tibetane per raggiungere la pace mentale. Per anni ho praticato Iyengar Yoga, Ashtanga Yoga, Anusara Yoga e alla fine sono approdato al mio stile… Vinyasa Yoga, che ti permette di restare aperto e creativo, ricettivo a ogni tipo di allievo che aspetta di essere accolto e compreso.

Ho avuto l’onore di praticare con moltissimi insegnanti di alto livello in Italia, moltissimi…

Organizzando un Festival Yoga nelle Marche per anni, Yoga Nomade, sono entrato in contatto con innumerevoli scuole, stili, insegnanti Yoga che inevitabilmente hanno arricchito e definito la mia pratica personale.

Viviamo tempi turbolenti e per questo è fondamentale restare centrati, radicati e aperti, per cosi poter essere utili ai nostri cari fratelli. L’insegnamento e la pratica personale sono profondamente legati alla capacità di restare con il cuore aperto, non è una scelta è la mia natura…

Ho iniziato a insegnare perché da diversi anni le persone mi chiedevano, dove insegni? Era una costante… e infine mi sono arreso.

Insegnare è il miglior metodo per continuare a imparare… più insegni più impari!

Vinyasa Yoga, Respiro in movimento.

Lo stile che propongo è incentrato nella capacità di restare continuamente presenti nel respiro e di sincronizzare il movimento con il respiro. In questo modo la mente si svuota, perché portata a mantere l’attenzione a questo flusso costante di respiro e movimento

Sabato 4 Giugno, 17.15 – 18.15
Apri il Cuore

Posizioni all’indietro nella pratica Yoga

Si inizia nella posizione di Tadasana, comunemente chiamata della montagna, cercando di portare l’attenzione sul respiro e di aprire i canali che portano in profondità, all’interno di te. Andremo a lavorare in diverse posizioni a terra, dalla posizione del bambino chiamata Balasana in sanscrito, con alcune variazioni, per poi andare in Marjariasana detta la posizione del gatto, anche qui lavorando su diverse variazioni della posizione.

Poi andremo a lavorare in piedi in diverse “forme” di Surya Namaskar, partendo da Adho Muka Svanasana, ci troveremo continuamente in Camatkarasana, “la posizione dei pensieri selvaggi”, torsioni laterali, aperture laterali, Kapotasana, detta la posizione del piccione… lentamente andremo in Ustrasana, posizione del camello e poi in posizione supina… lavorando con la schiena a terra e in diverse varianti.

Finiremo la pratica in Savasana, mantenendo l’attenzione sul respiro e sulle sensazioni del corpo, per poi fare il ringraziamento e Om finale.

Contatti